Sambuco

Sambucus nigra

Il sambuco comune (Sambucus nigra L.) è una pianta angiosperma dicotiledone legnosa a foglie decidue. È una specie molto diffusa in Italia soprattutto negli ambienti ruderali (lungo le linee ferroviarie, parchi, ecc.), boschi umidi e rive di corsi d’acqua.

Il sambuco è un arbusto alto 4–6 m. I rami portano delle foglie composte, di colore verde scuro, lunghe 10–30 cm. Le foglie sono imparipennate con margine dentato-seghettato; la forma delle foglioline è lanceolata con apice acuminato

Usi

Viene usato come aroma nel pane per fare il “pane col sambuco”. Con i fiori è possibile fare uno sciroppo, da diluire poi con acqua, ottenendo una bevanda dissetante. Le bacche sono eduli solo dopo cottura e vengono impiegate per gelatine e marmellate, di cui non abusare, a causa delle proprietà lassative.

Curiosità

La pianta viene utilizzata anche a scopo ornamentale, mentre dal legno del tronco si ricava un legno duro e compatto, utilizzato come combustibile e per lavori al tornio; il legno dei giovani rami al contrario è tenero e fragile e non trova applicazioni pratiche.

Ricetta:

Fiori di sambuco fritti

Ingredienti: 10 ombrelle di Sambuco

per la pastella: 2 uova, 1 pizzico di sale e acqua.

Preparare una pastella con uova, sale e acqua ed immergere le ombrelle con i fiori nella pastella e poi nella farina. Friggere in olio bollente fino a doratura. Servire come antipasto.

sambuco

sambuco-elder-macerato-5224b1b5408f73.15181558